Estrodiverso in visita a Palazzo Grassi

Estrodiverso in visita a Palazzo Grassi

Palazzo Grassi è uno degli edifici lagunari più noti, oltre a sede di mostre d'arte di particolare interesse, contraddistinto da due grandi facciate, l'una frontale affacciata sul Canal Grande e l'una laterale affacciata sul Campo San Samuele, si distingue per la sua incredibile mole e per il suo candore.

Nel 1983 l'edificio passò al gruppo Fiat, che ne affidò la ristrutturazione all'architetto milanese Gae Aulenti. Divenne uno dei centri più espositivi d'Europa: sotto la guida di illustri direttori (tra cui Pontus Hulten, Paolo Viti ed altri) Palazzo Grassi presentò ambiziose mostre di grande successo, dedicate all'arte e alla storia di grandi civiltà.Nel 2005, l'imprenditore francese Francois Pinault decise di acquistare Palazzo Grassi per poter esporre al suo interno la collezione privata di opere d'arte contemporanee e moderne di sua proprietà.

La Fondazione e Collezione Francois Pinault è una delle cinque collezioni d'arte moderna e contemporanea più grandi del mondo, è essenzialmente costituita da pitture, sculture, fotografie da opere di artisti, fa i più importanti a livello internazionale video appartenenti ai movimenti artistici dell'Arte Povera, del Minimalismo, del Post-minimalismo e della Pop Art.

Dall'8 Aprile al 3 Dicembre 2017 è presente la grande mostra di Damien Hirst "Treasures from the Wreck of the Unbelievable", ossia una raccolta di centinaia di oggetti che nella finzione sarebbero stati ritrovati in fondo all'oceano nel relitto di un'antica nave e simulanti la loro appartenenza a lontane civiltà.

Per la prima volta entrambi gli spazi espositivi della Fondazione Pinault sono  dedicati in contemporanea allo stesso artista. Ho avuto l'opportunità di inserire le mie borse artigianali, in rete nautica per richiamare il tema marino delle opere di Damien Hirst, presso il book store di Palazzo Grassi così ho colto l'occasione di visitare anche la mostra. Vedere le mie creazioni esposte in questo splendido contesto mi ha emozionata e mi ha fatto pensare che a volte tutto è possibile...anche ad una intuizione creativa sconosciuta ai più. Ringrazio molto Civita Tre Venezie di avermi dato questa possibilità.  

Di seguito potete vedere le foto che ho scattato durante la mia giornata al palazzo.

Posted on 24/10/2017 Home, Blog e News

Blog archives

Blog categories

Compare 0
Prev
Next